1° Forum - 12 Luglio 2013

Le Energie del Mediterraneo

Forum sui mercati e le filiere energetiche afferenti il nostro vecchio mare.
In una fase di grande fibrillazione politica ed economica che comunque riconferma la centralità del Mediterraneo come Koinè multiculturale e snodo strategico attraversato dalle due grandi emergenze globali, quella energetica e quella alimentare, il CIHEAM , Centre International de Hautes Etudes Agronomiques Mediterranèennes, e lo IAMB , Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari,hanno organizzato un momento di aggiornamento e riflessione sulle evoluzioni e le prospettive dell’area. All’incontro, che si è svolto nella sede dello Iamb e che è stato introdotto dal professor Franco Cardini , hanno partecipato i responsabili di alcune delle aziende italiane tra le più impegnate negli investimenti energetici ed agroalimentari nel Mediterraneo. Uno sforzo di lettura strategica che fu ritenuta importante proprio in sintonia con le finalità del CIHEAM che cinquantenni fa, in piena decolonizzazione, i Padri Fondatori, tra cui Aldo Moro, vollero come ponte economico e culturale tra le due sponde del mare più antico della civiltà.


Apertura Lavoro
Cosimo Lacirignola (direttore generale Iamb), Franco Cardini (storico)

Intervenuti
- Giampaolo Cantini – direttore generale per la cooperazione allo sviluppo
- Stefania Craxi – Presidente Fondazione Bettino Craxi
- Luca Lanzalone – senior partner studio legale Lanzalone & Partners
- Lucio Gallo – Vice Presidente Ansaldo Energia
- Georges Mikhael – President Energrid
- Valter Pallano - Amministratore Delegato Iren Mercato
- Roberto Testa – Direttore biomasse Enel Green Power
- Federico Vecchioni – Presidente Terrae

Conclusione
Gianni Bonini (delegato italiano Ciheam), Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura al Parlamento Europeo

Coordina
Debora Degl’Innocenti (Technical advisor al Ciheam)

Photo Stream

Forum partners